MORTI SOSPETTE ALL' OSPEDALE DI PIOMBINO : RITO ABBREVIATO PER L' IMPUTATA

- Il gup del tribunale di Livorno ha deciso di accogliere, in udienza preliminare, la richiesta di rito abbreviato presentata dalla difesa di Fausta Bonino, l'infermiera 57enne accusata di omicidio volontario plurimo per le morti sospette di 10 pazienti avvenute nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Piombino (Livorno) tra il 2014 e il 2015. Bonino sarà giudicata sulla base degli elementi di prova raccolti nella fase di indagine preliminare. Per l'accusa quelle morti furono causate dall'utilizzo, "deliberato e fuori dalle terapie prescritte", di eparina in dosi tali da "determinare il decesso" per improvvise emorragie. Deciso il rinvio a giudizio per Michele Casalis, primario del reparto di rianimazione di Piombino, accusato di omicidio colposo plurimo.
    La sua colpa sarebbe negligenza, imperizia e violazione dei protocolli terapeutici. Il giudice ha fissato le udienze del 1/3, per pm e parti civili, del 22/3 per le difese e del 5/4 con le…

CONTRATTO DI SERVIZIO REGIONE TOSCANA - TOREMAR : UNA RETROSPETTIVA

Invitiamo a leggere il link allegato tratto dal portale delle Regioni Italiane dove si riportava l' avvenuto accordo per il Contratto di Servizio Regione Toscana - Toremar, per l' affidamento in concession del servizio di trasporto marittimo passeggeri, in data 2 Gennaio 2012. L' allora assessore ai trasporti regionali, Ceccobao garantiva il totale miglioramento dei servizi in fatto di trasparenza, orari, qualita' del servizio, sincronizzazione con gli orari ferroviari , reclami  e soprattutto l' impegno da parte di Toremar per il " rinnovamento della flotta ". Invitiamo a leggere il link allegato e poi ciascuno faccia le proprie controdeduzioni. Anticipiamo le nostre intanto: la realta' non e' quella radiosa , un " fulgido avvenire " per i trasporti isolani, come auspicava l' ex assessore Ceccobao , ora tornato nella piana aretina..., disagi, disservizi sono all' ordine del giorno come riportano le maggiore testate informative elbane. E soprattutto il rinnovamento della flotta come previsto dal Contratto di Servizio non e' stato fatto , a meno di considerare rinnovamento della flotta semplice restyling di navi. Ma la realta' drammatica del trasporto marittimo elbano va inquadrata nell' altrettanto drammatico contesto nazionale. L' Italia, complici governi incapaci ed inetti, ha dismesso la propria cantieristica navale e da oltre 30 anni non vengono piu' costruiti nuovi traghetti, adatti alla navigazione nei nostri mari, il Tirreno , l' Adriatico ed il canale di Sicilia. Le compagnie di navigazione sono costrette a ricorrere al mercato dei paesi scandinavi, con l' acquisto o il noleggio di mezzi nautici palesemente inadatti alle condizioni meteomarine che si registrano nei nostri mari. Sono soluzioni di ripiego, soluzione tampone che generano altri disservizi, quali corse saltate a causa di condizioni meteomarine appena critiche. Ora chi prende abitualmente i traghetti per lavoro si rende conto, quale disastro e' stato chiudere i cantieri navali di Livorno, di Marina di Carrara, dove venivano costruiti ottimi traghetti , quali la serie degli " Espressi " per la Trans Tirreno Express o la celeberrima serie dei " Canguri " sia merci che passeggeri che furono inaugurarono gli attuali traghetti ro ro. Oggi invece si ricorre a queste navi scandinave adatte alla navigazione tranquilla nei fiordi svedesi o norvegesi, dalle alte murate e fondo piatto, ottimo per divertirsi e farsi sballottare dalle libecciate e dalle sciroccate del nostro Mar Tirreno, in inverno assai poco clemente .
E ci fa piacere che altri autorevoli opinionisti elbani, riprendano le nostre opionioni in merito ai " tempi d' oro " della Navigazione Toscana. La vecchia Aethalia faceva " notizia " quando saltava una corsa, per non parlare degli " stoici " Citta' di Piombino e Isola d' Elba veri " bull dog " del Canale. Mentre chi voleva lusso e cortesia unito a velocita' si ricordera' sicuramente della Flaminia Nuova , poi Capobianco, dove chi vi e' stato, si ricorda pranzi al ristorante con camieri in divisa bianca e succulente bistecche.... altri tempi, si i tempi d' oro del turismo elbano e dell' arcipelago Toscano.
OSSERVATORE ELBANO
nella foto la celeberrima " Isola d' Elba ovvero lo Skane .."
http://www.regioni.it/it/show-toremar_firmato_il_contratto_di_cessione_garantiti_servizi_e_investimenti/news.php?id=237130

Commenti